EURO 2021: #2 SVIZZERA

Salve cari lettori! Io sono Samuele e in questa rubrica vi parlerò delle 24 nazionali che parteciperanno alla fase finale del campionato europeo quest’estate.

 

GUIDA ALL'EUROPEO: SVIZZERA

 

Probabile formazione (3-4-1-2)

Sommer; Rodríguez, Akanji, Elvedi; Mbabu, Freuler, Xhaka, Zuber; Shaqiri; Embolo, Seferovic

 

La nazionale elvetica sarà avversaria degli azzurri nel gruppo A dell'Europeo e tenterà di sventare una maledizione che dura dai Mondiali del 2014. La Svizzera, infatti, passa sempre il girone ma viene eliminata al primo turno di eliminazione diretta (Argentina, Polonia, Svezia). La rosa però è competitiva e risulta essere una squadra ostica per ogni avversario, anche ad altissimi livelli.

 

IL COMMISSARIO TECNICO: VLADIMIR PETKOVIC

In carica dal 2014, l'ex allenatore della Lazio ha consolidato lo status degli elvetici arrivando agli ottavi di finale a Euro 2016 e al mondiale 2018. Il netto miglioramento sembra essere avvenuto negli ultimi due anni vista la qualificazione a Euro 2020 raggiunta senza difficoltà ma soprattutto il quarto posto alla Nations League del 2019. Petkovic ha predisposto la Svizzera in maniera molto offensiva e proponendola con diversi moduli e indicazioni tattiche. Recentemente i buoni risultati hanno fatto sì che il 3-4-1-2 diventasse il modulo di riferimento dal quale partire.

 

PORTIERI

L'estremo difensore titolare quest’estate, come nell'interità della gestione Petkovic, sarà Yann Sommer, portiere del Mönchengladbach classe '88 e dal rendimento assicurato. Alle sue spalle saranno probabilmente esclusi Roman Bürki e Marwin Hitz. I due portieri del Borussia Dortmund si stanno contendendo il posto a vicenda nel club senza che nessuno si imponga definitivamente. Il secondo di Sommer sarà, quindi, Yvonn Mvogo, in forza al PSV Eindhoven, mentre in crescita e favorito il ruolo di terzo portiere è Jonas Omlin, che alla prima stagione al Montpellier dopo un periodo di adattamento ha trovato un buona costanza di rendimento.

 

DIFENSORI

Anche per quanto riguarda i tre difesa la situazione sembra abbastanza definita. I tre titolari dovrebbero essere Manuel Akanji, Nico Elvedi e Ricardo Rodríguez. I primi due sono leader difensivi dei due Borussia in Germania mentre Rodríguez, nonostante il rendimento deludente col Torino, è intoccabile come terzo centrale vista anche la sua capacità straordinaria nei calci piazzati e la duttilità tattica. Altri difensori di livello la nazionale elvetica non ne presenta se non per l'esperto Fabian Schär, che non gioca sempre col Newcastle ma ha buona capacità nel gioco aereo. Per altri nomi di centrali dobbiamo andare nel calcio locale; Petkovic ha impiegato anche i giovani Eray Cömert del Basilea e il 19enne Becir Omeragic che potrebbero essere presi in considerazione per la lista finale.

 

ESTERNI

Come esterni tutta fascia a destra troviamo Kevin Mbabu in vantaggio su tutti. Il terzino del Wolfsburg classe '95 parte favorito anche se ad aver fornito le prestazioni migliori è stato Silvan Widmer del Basilea ed ex Udinese. Come opzioni più offensive Petkovic potrebbe optare per Renato Steffen, compagno di squadra di Mbabu, o Christian Fassnacht uomo chiave dello Young Boys che da anni domina il campionato in Svizzera. Sull'out di sinistra Steven Zuber e Loris Benito si giocheranno il posto. Dotati entrambi di grande corsa possono fornire un buon contributo in entrambi le fasi come fanno regolarmente a Francoforte e Bordeuax. Sempre a sinistra l'esterno offensivo di riferimento è il 23enne Rubén Vargas che in Bundesliga ha già collezionato 6 tra gol e assist con la maglia dell'Augusta.

 

CENTROCAMPISTI

Uno temi più interessanti di questa Nazionale è il casting per essere il compagno del capitano Granit Xhaka nella mediana a due. Remo Freuler dell'Atalanta è l'opzione più intrigante visto il rendimento nel club ma è anche la più offensiva. Per questo l'alternanza con Denis Zakaria e Djibril Sow sarà uno dei nodi da sciogliere per Petkovic. Mentre Freuler può portare gol e assist, gli altri due portano sostanza che abbinata alla qualità del capitano possono fornire un'altra chiave tattica interessante per le dinamiche di gioco degli elvetici. Altri due nomi che potrebbero rientrare last-minute sono Edimilson Fernandes, titolare nel Magonza impegnato a non retrocedere in Germania, e Michael Aebischer, altro giocatore dello Young Boys.

 

ATTACCANTI

La seconda punta è senza disucussione Xherdan Shaqiri, vincitore di tutto con il Liverpool anche se non da protagonista principale. Il suo contributo sarà fondamentale e la speranza dei tifosi svizzeri è che arrivi all'Europeo in gran forma per regalare magie come la rovesciata contro la Polonia di cinque anni fa. Dovrà innescare la due punte che saranno probabilmente Haris Seferovic, punto fermo più della Nazionale che del Benfica, e Breel Embolo, talento classe '97 mai espresso totalmente e uno dei tanti elvetici in forza Mönchengladbach. Le alternative non mancano davanti, non essendoci fuoriclasse come centravanti. La prima alternativa è Mario Gavranovic che segna tanto con la Dinamo Zagabria e timbra spesso anche con la Svizzera. Paradossalmente potrebbe rimanere fuori il bomber delle qualificazioni; Cedric Itten quest'anno ai Rangers non ha trovato molto spazio nonostante i successi della squadra di Gerrard. Discorso simile per Albian Ajeti, uno dei tanti protagonisti in negativo della stagione del Celtic. Da non dimenticare, poi, nel ruolo di seconda punta come alternativa o compagno di Shaqiri può essere interessante il profilo di Admir Mehmedi.

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati